siti amici
convenzioni
offerte

Molti nostri ospiti desiderano un soggiorno sereno con i loro amici animali (cani, coniglietti, gatti, uccellini, cavie...).

Il soggiorno presso Villa Europa con un animale da compagnia è possibile, ma deve essere organizzato per il maggior comfort possibile dell'ospite e del suo amico animale. Non tutti i nostri alloggi infatti sono adatti ad ospitare gli amici a quattro zampe. Per questo la loro presenza deve essere comunicata all’atto della prenotazione, indicando razza, dimensioni ed eventuali esigenze particolari. Se questo non avviene, la direzione, a sua discrezione, potrà decidere se accettare o meno l’entrata nell’alloggio e verrà richiesto comunque il saldo dell’importo concordato.

Per questo motivo è:

Per CANI DI GROSSA TAGLIA abbiamo un alloggio dedicato (appartamento S), una villetta singola attrezzata con spazio recintato all’ombra dotato di acqua corrente.

CONSIGLIAMO di non lasciare i gatti/coniglietti o cavie liberi in giardino, poichè potrebbero incontrare altri animali selvatici (gatti, porcospini etc...) non sterilizzati e non vaccinati.

Le spiagge elbane sono ad accesso libero per i cani dal 2009, grazie alla Legge regionale 59-2009.

Legge regionale 59-2009

Nel 2009 la Regione Toscana ha deciso di tutelare gli animali con un’apposita legge regionale che disciplina i comportamenti da tenere se siamo in compagnia di amici a 4 zampe: la legge 59/2009, composta da 43 articoli, risulta molto dettagliata. L’articolo 19 regolamenta l'accesso dei cani accompagnati ai giardini, parchi ed aree pubbliche, compreso gli arenili. Proprio grazie a questa legge molti turisti hanno deciso per la Toscana e l’Isola d’Elba quale meta per le loro vacanze: l’articolo 19 permette infatti a tutti i proprietari di cani di portare gli animali in spiaggia con il solo obbligo dell'uso del guinzaglio e museruola qualora le norme statali lo prevedano. È vietato l'accesso solo in aree dedicate ai bambini, o in luoghi destinati a scopi particolari, se segnalato da apposito cartello.

I singoli Comuni poi possono delimitare meglio l’utilizzo delle aree destinate ad uso esclusivo ai cani, segnalando spazi specifici dove gli animali possono "muoversi, correre e giocare liberamente, senza guinzaglio e museruola, sotto la sorveglianza del responsabile, senza determinare danni alle piante o alle strutture presenti". Nella legge è prevista una parte specifica relativa agli obblighi dei proprietari che devono assicurarsi di tenere pulite le aree e che l’animale non arrechi disturbo a persone o cose. Resta libera la facoltà dei gestori dei locali pubblici di consentire o negare l’accesso ai propri locali agli animali. In presenza di divieto il gestore dovrà comunicarlo al Comune di competenza ed esporre il cartello di divieto all’ingresso del locale.

Legge regionale 59-2009.pdf